Fotografie
Le industrie tedesche
Fotografie Germania

Di fondamentale rilevanza per l’economia tedesca è il settore manifatturiero, che vanta tradizioni prestigiose, soprattutto nel settore meccanico, delle lavorazioni del ferro e dell’acciaio, della fabbricazione di automezzi, di apparecchiature elettroniche e di precisione, oltre che tessili. Affermata e forte è anche l’industria chimica, a cui si affianca quella farmaceutica.

Le grandi industrie manifatturiere sono concentrate in diversi distretti industriali; il principale si trova nella Renania Settentrionale-Vestfalia e comprende il bacino della Ruhr, cuore pulsante del sistema industriale tedesco con i suoi complessi siderurgici, le acciaierie e le industrie manifatturiere collegate. Queste sono però dislocate in diversi centri quali Aquisgrana, Colonia e Düsseldorf, dove si producono sostanze chimiche, articoli metallici, componenti meccanici e veicoli da trasporto.

 

Un altro importante distretto industriale è situato nel punto di confluenza dei fiumi Reno e Meno; in quest’area sono comprese le città di Francoforte, Wiesbaden, Magonza e Offenbach, con le loro grandi fabbriche per la lavorazione dei metalli e la produzione di componenti elettronici, prodotti farmaceutici, chimici e veicoli a motore. Verso sud, lungo il Reno, si trova un’altra importante regione industriale che comprende le città di Mannheim, Ludwigshafen e Karlsruhe, dove si fabbricano prodotti chimici, componenti meccanici e materiali da costruzione. Stoccarda è il centro di una zona di produzione di motoveicoli, apparecchiature elettroniche, macchinari per ufficio, tessuti e strumenti ottici; nel distretto di Monaco si producono invece aeroplani, veicoli a motore, abbigliamento e birra.

Altre importanti aree industriali sono situate nel nord-ovest del paese: tra queste il distretto di Hannover-Brunswick, specializzato nella produzione di acciaio, prodotti chimici e veicoli a motore, e la regione manifatturiera che comprende le città portuali di Amburgo, Brema, Kiel e Wilhelmshaven, dove si producono derivati della raffinazione del petrolio, alimenti, birra, navi e macchinari per ufficio. Berlino è un importante centro di produzione di apparecchiature elettroniche.

Nel territorio della ex Germania Orientale si trovano grandi stabilimenti siderurgici, con importanti fonderie a Eisenhüttenstadt e vicino a Berlino; oltre all’acciaio vengono prodotte anche rilevanti quantità di sostanze chimiche, quali acido solforico, soda caustica e ammoniaca. Numerosi impianti chimici si trovano nella regione di Dessau, Halle e Lipsia; un grande complesso petrolchimico di raffinazione del greggio sorge presso Schwedt sull’Oder, nel nord-est. Nell’area occupata un tempo da Berlino Est si trovano fabbriche di componenti elettronici; strumenti ottici e di precisione vengono prodotti a Jena e Görlitz, mentre Rostock e Wismar sono centri della cantieristica navale. In molte città come Cottbus, Chemnitz e Lipsia si producono tessuti e Dresda, Eisenach e Zwickau sono centri importanti per l’assemblaggio di veicoli a motore.

Industria automobilistica, Germania
Industria automobilistica, Germania. Encarta
La produzione di energia è assicurata in misura quasi eguale dal petrolio e dalle centrali nucleari (vedi Energia nucleare), la cui produzione però è stata recentemente ridotta: il tasso di produzione di elettricità da centrali termiche era del 62,5% a fronte di un 28,1% prodotto in centrali nucleari (2003). Lungo i principali fiumi esistono impianti idroelettrici che però danno una produzione pari ad appena il 3,7% del totale. Una piccola percentuale di elettricità viene prodotta da impianti geotermici, solari ed eolici (5,6%). "Germania," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.
Ricerca personalizzata