Fotografie
Le caratteristiche del regno vegetale
Fotografie fiori

Pianta Nome comune usato per indicare qualunque membro del regno vegetale, vale a dire circa 260.000 specie di organismi autotrofi pluricellulari, tra cui muschi, felci, alghe, piante erbacee, arbustive e arboree, diffuse su tutta la superficie terrestre. Le piante presentano forme, dimensioni e complessità svariate, che vanno da quelle dei piccoli muschi non vascolari, a quelle delle sequoie giganti, i più grandi organismi viventi della Terra, capaci di trasportare acqua e sali minerali attraverso il loro sistema vascolare fino a un'altezza di oltre 100 metri.

Le caratteristiche delle piante

Alle piante si deve la produzione dell’ossigeno atmosferico, necessario agli organismi viventi per respirare, e delle sostanze nutritive ottenute a partire da luce, acqua e anidride carbonica attraverso il processo di fotosintesi. Quest’ultimo aspetto fa delle piante la base di quasi tutte le catene alimentari del pianeta. L’enorme biomassa costituita dal complesso degli organismi vegetali, inoltre, influenza i climi e contribuisce in modo fondamentale alla fertilità del suolo, trasformandolo da un agglomerato di pietre e sedimenti inorganici, a un substrato fertile, adatto alla vita.

Le piante sono organismi pluricellulari costituiti da cellule eucarioti delimitate da una parete cellulare composta essenzialmente di cellulosa. La loro caratteristica principale è la capacità di compiere la fotosintesi clorofilliana, cioè di ricavare il proprio nutrimento dalla trasformazione dell'energia solare in energia chimica, un processo che viene realizzato all'interno di un particolare tipo di plastidi (organelli cellulari) chiamati cloroplasti e contenenti la clorofilla. Relativamente poche sono invece le specie del regno vegetale che, nel corso dell’evoluzione, hanno perduto la capacità di sintetizzare clorofilla e sono diventate saprofite o parassite, cioè capaci di assorbire le sostanze nutritive da materiale organico in decomposizione (saprofite) o vivente (parassite). La maggior parte delle piante si riproduce per via sessuale e presenta un ciclo vitale caratterizzato da un’alternanza di generazioni aploide (con un corredo cromosomico singolo) e diploide (con un corredo cromosomico doppio). Nel corso dell’evoluzione, quella diploide si è affermata come la generazione dominante. I funghi, organismi eucarioti considerati per lungo tempo membri del regno delle piante, sono ora riuniti in un regno a sé stante; infatti, essendo privi di clorofilla, non elaborano le proprie sostanze nutritive, ma le assorbono dal materiale organico, in decomposizione o vivente, presente nell'ambiente. Inoltre, i funghi differiscono dalle piante per la composizione chimica della parete cellulare, che non contiene cellulosa, ma chitina.

Anche le alghe pluricellulari, in qualità di organismi eucarioti capaci di compiere la fotosintesi, nel sistema di classificazione tradizionale a cinque regni vengono considerate parte del regno vegetale; nel sistema di classificazione recentemente proprosto dalla biologa statunitense Lynn Margulis, invece, tutte le alghe pluricellulari vengono incluse nel regno dei prototisti, insieme alle alghe unicellulari e a tutti gli organismi unicellulari eucarioti. "Pianta,"
Ricerca personalizzata