Fotografie per taccuino fotografico
 
L'agricoltura della Croazia e risorse energetiche
Immagini Croazia

L’agricoltura occupava nel 2005 il 17% della forza lavoro del paese; nel 2006 il settore contribuiva per il 7,4% alla formazione del prodotto interno lordo. Le pianure fertili del nord sono coltivate a barbabietola da zucchero, frumento, mais e patate. La vite e l’olivo sono presenti lungo le coste. L’allevamento, prevalentemente di suini e bovini, è concentrato nella sezione centrale.

Nel corso della guerra la Croazia ha visto diminuire di circa il 30% la propria capacità energetica. Ancora oggi il paese rimane fortemente dipendente dall’importazione di combustibili. Gran parte dell’energia elettrica prodotta nel paese è di origine idrica (il 43,5%).

Il territorio croato è particolarmente ricco di risorse minerarie, in particolare di gas naturale e petrolio (presenti nella Slavonia) ma anche carbone, lignite, bauxite e minerali ferrosi. Nel corso del conflitto serbo-croato la maggior parte delle industrie petrolifere risultavano incluse nelle zone occupate dai serbi, privando così la Croazia di un elemento fondante dell’economia. Recentemente, in diverse aree del paese l’attività estrattiva si sta nuovamente assestando sui livelli prebellici.

Le foreste costituiscono il 37,8% (2005) della superficie del paese e forniscono quantità discrete di legname che alimentano l’industria del legno nazionale.

"Croazia," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Agricoltura della Croazia
Agricoltura della Croazia. Encarta
Ricerca personalizzata