Fotografie per taccuino fotografico
Fauna e flora della Siria
Immagini Siria

Sul territorio siriano, arido e in gran parte sfruttato per l’agricoltura, la vegetazione spontanea è limitata ad alcune zone ed è costituita, soprattutto lungo la costa, da arbusti, fiori selvatici e diverse varietà di alberi, tra cui ramni e tamerici; sui rilievi dell’Antilibano sono diffusi pini e querce di Siria. La fauna locale comprende l’antilope, il cervo, il porcospino e lo scoiattolo e, nella zona desertica, diversi rettili e il camaleonte; tra gli uccelli si trovano il pellicano, il fenicottero, lo struzzo e il falcone.

La desertificazione e l’erosione del suolo sono i principali problemi ambientali che il paese si trova ad affrontare, cui si aggiunge l’inquinamento delle acque. Gli scarichi della produzione petrolifera, principale attività economica della Siria, e la mancanza di adeguati sistemi di fognatura, sono responsabili della contaminazione di gran parte dei rifornimenti idrici. Lo sviluppo demografico è elevato e questo determina un grande consumo delle risorse agricole e idriche interne. La Siria possiede quattro World Heritage Sites: le città vecchie di Damasco e Aleppo, l’antica città di Bosra e il sito archeologico di Palmira, presso Tudmur.

Il governo siriano ha ratificato accordi internazionali sull’ambiente in materia di

Vegetazione della Siria
Vegetazione della Siria. Encarta
biodiversità, cambiamenti climatici, desertificazione, smaltimento di rifiuti nocivi, eliminazione degli scarichi in mare, protezione dell’ozonosfera, abolizione dei test nucleari e tutela delle zone umide. "Siria," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.
Ricerca personalizzata