Fotografie
Storia della Mongolia
Fotografie Mongolia

La Mongolia fu popolata fin dall’antichità da popolazioni nomadi che in più di un’occasione, organizzate in potenti federazioni politiche, invasero la Cina. Nel XII secolo i mongoli iniziarono a creare un’entità politica, che nel secolo seguente raggiunse il suo apogeo con l’impero di Gengis Khan. Il nipote di Gengis Khan, Kublai Khan, portò a compimento la conquista della Cina e vi fondò la dinastia Yuan, alla cui caduta (1368) la Mongolia rimase divisa tra una regione di influenza islamica e una di influenza lamaista, dominata dai mongoli orientali.

 

Nel XVII secolo la Mongolia orientale divenne dominio della dinastia Manciù che regnava sulla Cina, andando a costituire la provincia della Mongolia Interna; in seguito anche la Mongolia Esterna cadde sotto il dominio cinese.

La storia della Mongolia moderna inizia con la caduta della dinastia cinese Manciù (1911). La Mongolia, fatta eccezione per la regione dell’Uriankhai (oggi Tuva), dichiarò la propria indipendenza dalla Cina, diventando un protettorato russo governato da una monarchia teocratica. Nel 1915, la sua autonomia venne sancita da un accordo sottoscritto a Kjahta con la Cina e la Russia. Nel 1917, la Cina approfittò tuttavia della rivoluzione bolscevica per occupare il paese. L’anno seguente, un esercito guidato dal generale russo antibolscevico Roman Nikolaus von Ungern-Sternberg conquistò la capitale Urga. Mitomane e sanguinario, Ungern-Sternberg, che godeva del sostegno giapponese, intendeva ricostruire l’impero mongolo.

Nel 1921 un giovane ufficiale, Sükhe-Bator (1893-1923), riunì intorno a sé l’opposizione nazionalista mongola, alleandosi con i bolscevichi. Nel 1921 venne costituito il Partito rivoluzionario mongolo, le cui milizie, sostenute dall’Armata Rossa, cacciarono dal paese le residue truppe cinesi e quelle antibolsceviche di Ungern-Sternberg. La monarchia teocratica, ridimensionata nei suoi poteri, venne mantenuta fino alla scomparsa del “Buddha vivente”, la guida spirituale della nazione, avvenuta nel 1924; nello stesso anno fu promulgata una nuova Costituzione ispirata al modello sovietico e il paese prese il nome di Repubblica Popolare Mongola. Urga venne rinominata Ulan-Bator, “eroe rosso”.

"Mongolia," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Gengis Khan fondatore dell’impero mongolo
Gengis Khan fondatore dell’impero mongolo. Encarta
Ricerca personalizzata