Fotografie per taccuino fotografico
Immagini del Vietnam
Storia dell'Ucraina : la rivoluzione arancione
Immagini Ucraina

Nel 2000 si intensificarono le tensioni tra il presidente Kučma e le opposizioni. Alimentato dalle attitudini autocratiche del presidente, che tentò con un referendum di limitare il ruolo del Parlamento, lo scontro sfociò in una gravissima crisi istituzionale nel febbraio del 2001, quando Kučma venne accusato dalle opposizioni dell’assassinio del giornalista Gheorghi Gongadze, autore di numerose inchieste sulla corruzione del sistema politico ucraino. Temendo la perdita di controllo sulle privatizzazioni, Kučma si oppose al piano economico del primo ministro Yuščenko, favorevole a una più decisa apertura del mercato ucraino ai paesi occidentali, costringendolo a dimettersi.

Nelle elezioni legislative di aprile 2002 il Blocco Viktor Yuščenko Nostra Ucraina diventò il primo partito ucraino con il 23,6% dei voti e 112 seggi; il Partito comunista, con il 20% dei voti, ottenne solo 66 seggi, perdendo molte delle sue posizioni. Kučma diede l’incarico di formare il nuovo governo a Viktor Yanukovič, esponente della lobby politico-economica filorussa della regione del Donbass.

Nei mesi seguenti, il paese vide il moltiplicarsi delle manifestazioni di protesta da parte delle opposizioni, sia di quella comunista, contraria allo smantellamento delle conquiste sociali del vecchio regime, sia di quella filoccidentale, diventata di mese in mese più incisiva, di Yuščenko. Kučma riuscì tuttavia a puntellare il suo traballante regime grazie a un riavvicinamento politico ed economico alla Federazione russa, con la quale tra il 2003 e il 2004 firmò una serie di accordi economici e politici, soprattutto in materia territoriale (delimitazione della frontiera marittima sul mar d’Azov) ed energetica. Nell’imminenza delle elezioni presidenziali, si acuì lo scontro istituzionale. Sostenute da una straordinaria mobilitazione popolare, le opposizioni riuscirono a contrastare nel Parlamento l’offensiva di Kučma, respingendo a più riprese le sue proposte di modificare l’equilibrio dei poteri a favore della presidenza.

Sottoposto infine al rischio di destituzione, Kučma preparò la sua uscita dalla scena politica, riavvicinandosi clamorosamente agli Stati Uniti; nella primavera del 2003, Kučma schierò infatti un contingente militare ucraino accanto alle truppe statunitensi nell’operazione militare che portò al rovesciamento del regime di Saddam Hussein in Iraq, ottenendone in cambio assicurazioni di immunità.

Il primo turno delle elezioni presidenziali (31 ottobre 2004) si concluse ufficialmente con la sostanziale parità tra i due candidati; il primo ministro Viktor Yanukovič, sostenuto dal presidente Kučma, ottenne infatti il 39,9% dei voti, contro il 39,2% del leader dell’opposizione filoccidentale Viktor Yuščenko. Il voto fu tuttavia considerato irregolare sia dalle opposizioni, che denunciarono molti brogli, sia dagli osservatori internazionali. In seguito alla protesta delle opposizioni (la cosiddetta “rivoluzione arancione”), che occuparono pacificamente per molti giorni le piazze delle principali città ucraine, la Corte suprema annullò il risultato, ordinando la ripetizione del voto.
La rivoluzione arancione in Ucraina
La rivoluzione arancione in Ucraina

Il clima politico, già molto teso, si aggravò in seguito alle dichiarazioni di Yuščenko, che denunciò di aver subito un tentativo di avvelenamento all’inizio dell’autunno. La denuncia fu confermata da autorità mediche austriache, che attribuirono alla somministrazione di una massiccia dose di diossina l’infezione virale e la devastante acne che avevano colpito Yuščenko durante la campagna elettorale. Il 26 dicembre, con il 52% dei suffragi, Yuščenko conquistò al primo turno la presidenza ucraina. Il risultato fu confermato agli inizi di gennaio del 2005 dalla Commissione elettorale, che respinse tutti i ricorsi presentati da Yanukovič. "Ucraina," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Ricerca personalizzata