Fotografie per taccuino fotografico
Immagini del Vietnam
Storia belga : Riforme costituzionali e crisi di identità
Immagini Belgio

Gli anni Ottanta videro il predominio dei cristiano-sociali e del loro leader Wilfried Martens. Le tensioni e le polemiche tra le diverse comunità si protrassero tuttavia per tutto il decennio.

Nel 1989, durante l’ottavo governo formato da Wilfried Martens, fu approvata una legge per il decentramento che trasferiva diverse competenze dal governo centrale alle amministrazioni regionali e alle comunità linguistiche. Ma l’applicazione delle riforme incontrò nuove difficoltà e le elezioni del 1991 diedero a Martens una risicata maggioranza. Martens lasciò la guida del partito e nel marzo 1992 il suo successore Jean-Luc Dehaene formò un nuovo governo con i socialisti. Pochi mesi dopo il Belgio ratificò il trattato di Maastricht, confermando il suo impegno a favore della cooperazione economica e politica europea. maggio del 1993 fu completato il processo di decentramento; una nuova Costituzione fece ufficialmente del Belgio uno stato federale composto di tre regioni: Bruxelles, Fiandre e Vallonia. A Baldovino, deceduto il 31 luglio quello stesso anno, successe il 9 agosto il fratello Alberto II.

Un paese in crisi di identità

La definizione del nuovo quadro istituzionale non si dimostrò tuttavia risolutiva. Sullo sfondo della grave crisi economica e delle tensioni tra fiamminghi e valloni, altre questioni intervennero ad agitare il quadro politico belga. Nel 1994 un grave scandalo, legato all’acquisto di elicotteri italiani Agusta e di altro materiale militare, vide coinvolti uomini politici di primo piano. Le elezioni anticipate del maggio 1995 confermarono comunque Dehaene e la coalizione di centrosinistra alla guida del paese. Verso la fine dell’anno la politica del governo incontrò una forte opposizione sociale e il paese fu paralizzato da una serie di scioperi.

Nel 1996 scoppiò il “caso Dutroux”, che causò un’ulteriore lacerazione nella società belga, allargando il fossato tra cittadini belgi e istituzioni.

Marc Dutroux aveva rapito, seviziato e ucciso diverse adolescenti, ma le indagini a suo carico erano state colpevolmente ostacolate da disfunzioni burocratiche. Il 20 ottobre, rispondendo all’appello dei genitori delle vittime, centinaia di migliaia di persone fiamminghe e valloni manifestarono sfiducia e risentimento verso le istituzioni, sfilando a Bruxelles nella “marcia bianca”.Ad accrescere il disagio della popolazione belga contribuirono nel 1996-1997 la crisi economica e la chiusura di diversi impianti industriali, tra cui la Renault di Vilvoorde. Inoltre, fiamminghi e valloni tornarono a minacciare la secessione.

Tra aprile e settembre 1998 la fuga, durata solo poche ore, di Marc Dutroux e la tragica vicenda di Semira Adamu – un’immigrata nigeriana morta soffocata dalla polizia sull’aereo con cui stava per essere rimpatriata

Fabiola in Belgio
Fabiola in Belgio

– suscitarono ancora sdegno e sfiducia nei confronti delle autorità e causarono le dimissioni di vari ministri."Belgio" Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2008 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Ricerca personalizzata