Fotografie per taccuino fotografico
Immagini del Vietnam
Storia della Repubblica dominicana : il regime di Balaguer
Immagini Repubblica dominicana

Nel dicembre del 1962 si tennero le prime elezioni libere e Juan Domingo Bosch, uno scrittore esule appena rimpatriato, fu eletto presidente come candidato del Partito rivoluzionario dominicano (PRD), assumendo la carica nel febbraio dell’anno seguente.

Di simpatie socialiste, Bosch venne rovesciato dopo soli sette mesi da un colpo di stato militare ispirato da Washington e costretto all’esilio. Nel 1965 un’insurrezione popolare sostenuta da ufficiali progressisti tentò di riportare Bosch al potere ma fu domata grazie all’intervento degli Stati Uniti.

Attraverso la mediazione dell’OSA, le due parti giunsero a un compromesso e Hector García-Godoy, ministro degli Esteri nel governo di Bosch, assunse la presidenza di un governo provvisorio. Nelle elezioni presidenziali del giugno 1966 si affermò il conservatore Joaquín Balaguer (ex collaboratore di Trujillo e leader del Partito riformista social-cristiano), sostenuto dall’oligarchia e dagli Stati Uniti. Balaguer instaurò un regime dispotico e sanguinario e nei successivi quattro anni diverse migliaia di oppositori caddero vittime dei suoi “squadroni della morte”.

Diventato popolarissimo nelle campagne per la riforma agraria e l’avvio di un vasto programma di lavori pubblici, Balaguer venne rieletto, sebbene con sistemi violenti e fraudolenti, nel 1970 e nel 1974.

Verso la metà degli anni Settanta sul paese si abbatté una grave crisi economica, dovuta al crollo dei prezzi dello zucchero sul mercato mondiale. Nelle elezioni del 1978 Balaguer venne sconfitto dal candidato del Partito rivoluzionario democratico, Antonio Guzmán Fernandez, il quale avviò la liberalizzazione politica del regime e un programma di riforme sociali ed economiche, nel tentativo di fronteggiare la grave situazione. Un tentativo di colpo di stato ordito contro Guzmán venne bloccato dall’intervento del presidente statunitense Jimmy Carter, che costrinse Balaguer ad accettare il risultato delle urne.

Le elezioni del 1982 ridiedero la vittoria al PRD e il suo candidato Salvador Jorge Blanco assunse la presidenza del paese. Ma la crisi economica costrinse Blanco a rivolgersi al Fondo Monetario Internazionale (FMI) e ad adottare drastiche misure economiche, che nel 1984-1985 provocarono gravi tensioni sociali e violente rivolte; Blanco represse severamente le proteste, alienandosi così il consenso popolare. "Repubblica dominicana," Microsoft® Encarta

Balaguer
Balaguer.
Ricerca personalizzata