Fotografie per taccuino fotografico
Immagini del Vietnam
I problemi ambientali in Australia
Immagini Australia

L’Australia è separata dal resto delle terre emerse da oltre 200 milioni di anni. La flora e la fauna di questo continente si sono così evolute in modo isolato, dando origine ad alcune tra le più curiose e particolari specie della Terra. Le spiagge australiane, ad esempio, ospitano una varietà di specie come pochi altri ambienti al mondo; nelle foreste si trovano oltre 600 specie di eucalipto e quasi altrettante specie di acacia. La fauna è composta in prevalenza da mammiferi marsupiali, come il canguro e il wallaby, e da specie tipiche, quali il canguro arboricolo (Dendrolagus lumholtzi, vedi Macropodidi), l’emù, l’echidna, l’ornitorinco e il koala. Eccezionalmente numerose sono le specie di rettili e di uccelli. Un gran numero di specie si estinse in seguito all’arrivo degli europei verso la fine del XVIII secolo: oggi la maggior parte della fauna e della flora del paese è tutelata in aree protette federali o private (vedi Parchi nazionali e riserve naturali).

L’isolamento delle specie endemiche e dei biomi australiani li ha infatti resi estremamente fragili e vulnerabili all’introduzione di specie straniere. Esempi sono quelli del coniglio proveniente dall’Europa e del fico d’India proveniente dall’America settentrionale, i quali, trovando condizioni favorevoli si sono riprodotti a un ritmo allarmante divenendo un vero e proprio flagello ecologico. Il loro numero poté essere tenuto sotto controllo solo attraverso l’introduzione di nemici naturali, ovvero altre specie in competizione con essi. La prima specie animale non autoctona potrebbe essere stato il dingo, introdotto probabilmente 10.000 anni fa come animale domestico da popolazioni provenienti dall’Asia. L’Australia possiede alcuni degli habitat naturali più rari al mondo quali, ad esempio, la Grande Barriera Corallina al largo della costa nordorientale del paese, il cui equilibrio è minacciato dall’eccessivo afflusso turistico e dal crescente traffico marittimo.

Le foreste tropicali del Queensland settentrionale sono un altro ecosistema ricco di biodiversità, la cui salvaguardia contro la minaccia proveniente dall’industria del legno e dallo sviluppo turistico è oggi una delle questioni ambientali prioritarie per le autorità australiane. Il 16,8% (2007) del territorio del paese è soggetto a tutela ambientale. L’Australia vanta un vasto sistema di parchi nazionali e riserve naturali, sotto la tutela dei singoli stati, e di numerose riserve marine, tra le quali rientra il Great Barrier Reef Marine Park. Il paese include 14 World Heritage Sites, luoghi patrimonio dell’umanità, e 12 Riserve della biosfera sotto la tutela dell'UNESCO.

A causa del ridotto numero di fiumi perenni, la maggior parte dell’acqua utile all’agricoltura proviene da pozzi artesiani, che forniscono tuttavia acqua salina, quindi di scarsa utilità. Diffusi sono i fenomeni della salinizzazione e dell’alcalinizzazione del suolo, a cui si aggiungono l’erosione e la desertificazione, causati dall’eccessivo sfruttamento dei terreni agricoli e dei pascoli. La popolazione di canguri, che contendono il foraggio al bestiame, è in eccesso, tanto che in alcune regioni ne è consentita la caccia, misura necessaria per ridurne il numero. La maggior parte della popolazione è concentrata nei grandi insediamenti urbani e industriali, principali fonti di emissione dei gas responsabili del fenomeno dell’effetto serra. Per far fronte al forte inquinamento degli agglomerati urbani e industriali, sono state attuate delle politiche ambientali piuttosto severe, in particolare quelle relative al riciclaggio e allo smaltimento dei rifiuti urbani.

Il territorio australiano
Il territorio australiano Encarta

Grazie alle vaste riserve di carbone, petrolio e gas naturale, l’Australia è in grado di soddisfare il proprio fabbisogno energetico. Attualmente nel paese non sono in funzione centrali nucleari (vedi Energia nucleare), sebbene nel Territorio del Nord siano stati scoperti alcuni dei giacimenti di uranio più vasti della Terra, ancora oggi non sfruttati. Il clima caldo e ventoso dell’Australia ha favorito lo sviluppo e lo sfruttamento di fonti di energia alternative, quali l’energia solare ed eolica, il cui utilizzo è incoraggiato dalle autorità federali e locali.

L’Australia ha ratificato accordi internazionali per la salvaguardia dell’Antartide, delle specie in via d’estinzione, dei mari, della biodiversità, accordi sulla tutela del clima e dell’ambiente, sullo smaltimento dei rifiuti nocivi, sull’eliminazione degli scarichi in mare, sull’abolizione dei test nucleari e, ancora, per la protezione dell’ozonosfera, delle foreste tropicali e delle zone umide. A livello locale, coopera con le nazioni del Pacifico meridionale per proteggere l’ambiente marino e ha concluso accordi con il Giappone e la Cina per la protezione degli uccelli migratori.

"Australia" Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2008
http://it.encarta.msn.com © 1997-2008 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Ricerca personalizzata