Fotografie
Laos oggi
Fotografie Laos

Dopo la riforma costituzionale del 1991, che conferì maggiori poteri al capo dello stato, il governo laotiano reintrodusse ufficialmente nel paese l’economia di mercato. Nello stesso anno il Laos siglò un trattato di cooperazione e sicurezza con la Thailandia, ponendo fine a un periodo di aspre tensioni. Nel 1992, dopo la morte di Kaysone, Nouhak Phoumsavan fu chiamato alla presidenza, mentre il generale Khamtai Siphandon assunse la guida del partito e del governo.

 

Il processo di apertura economica e politica proseguì durante gli anni Novanta con il rientro di migliaia di rifugiati, l’afflusso di investimenti stranieri, in prevalenza thailandesi, e soprattutto l’ammissione nell’ASEAN (luglio 1997). Nel 1994 fu costruito il “ponte dell’amicizia” sul fiume Mekong tra Laos e Thailandia. L’anno seguente gli Stati Uniti rimossero l’embargo economico imposto vent’anni prima al paese. Nel 1998 Nouhak Phoumsavan fu sostituito alla presidenza da Khamtai Siphandon, che venne confermato alla carica due anni dopo.

Nel 2000 la capitale Vientiane fu oggetto di una serie di attentati terroristici attribuiti a organizzazioni antigovernative basate all’estero; nel 2003 un Movimento dei cittadini lao per la

Fiume Ou, Laos
Fiume Ou, Laos. Encarta
democrazia annunciò l’inizio della rivolta in undici province, ma la notizia venne smentita dal governo. Nel 2005 la Banca Mondiale approva il finanziamento della costruzione della diga di Nam Theun Two, destinata a produrre energia elettrica per l’esportazione. Nel 2006 Choummaly Sayasone succede a Khamtai Siphandon alla presidenza del paese. "Laos," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.
Ricerca personalizzata