Fotografie
Isolamento della Corea del Nord
Fotografie Corea del Nord

Nel 1991 la Corea del Nord e la Corea del Sud divennero membri delle Nazioni Unite e siglarono un accordo per la regolamentazione delle armi nucleari e la riconciliazione. Nel 1992 la decisione del governo cinese di aprire relazioni e scambi con i sudcoreani acuì l’isolamento del Nord, già travagliato dal malcontento causato dalla grave crisi economica che stava investendo il paese.

 

Dopo aver aderito nel 1992 all’Agenzia internazionale per l’energia atomica (IAEA), la Corea del Nord, sospettata di costruire ordigni atomici, rifiutò nel 1993 l’ispezione dei propri impianti nucleari e fu costretta a uscire dal Trattato di non proliferazione nucleare (TNP) che il governo aveva sottoscritto nel 1985. A dicembre del 1993 la CIA accusò la Corea del Nord di aver costruito armamenti atomici e il governo americano minacciò dure sanzioni, facendo crescere la tensione nella penisola coreana. Per tutti i primi mesi del 1994 il governo nordcoreano continuò a resistere alle pressioni internazionali e non permise ispezioni dell’IAEA sul suo territorio, rigettando completamente gli accordi del TNP. La crisi venne formalmente risolta nell’agosto 1994 con un trattato tra Corea del Nord e Stati Uniti, volto a ristabilire le relazioni diplomatiche e a fornire alla Corea aiuti economici e reattori nucleari per la produzione di energia elettrica, in cambio della sospensione della costruzione di armamenti atomici.

Alla morte di Kim Il Sung (8 luglio 1994) la carica di capo dello stato fu assunta provvisoriamente dal figlio Kim Jong Il, che perseguì una maggiore apertura sul piano internazionale, aprendo altresì le porte del paese agli investimenti stranieri. Alla metà del 1995, la Corea del Nord accettò di adeguarsi agli accordi del Trattato di non proliferazione nucleare, ma respinse le proposte di collaborazione tecnologica della Corea del Sud. Nell’estate del 1995 le piogge provocarono vaste inondazioni e aggravarono la già critica economia del paese, esponendo milioni di persone al rischio della fame. L’incertezza economica e politica indusse anche molte alte personalità nordcoreane ad abbandonare il paese e a rifugiarsi all’estero; il caso più clamoroso fu quello di Hwang Jang Yop, segretario del comitato centrale del

Il dittatore della Corea del Nord
Il dittatore della Corea del Nord
Partito del lavoro, che nel febbraio 1997 chiese asilo politico alla Corea del Sud. "Corea del Nord" Encarta
Ricerca personalizzata