Fotografie per taccuino fotografico
Industrie, commercio e trasporti in Corea del Sud
Immagini Corea del Sud

Il paese non dispone di particolari risorse minerarie e nel suo complesso il settore estrattivo è pressoché trascurabile. Si estraggono, in limitate quantità, carbone, ferro, oro, argento, grafite, tungsteno, rame, piombo, sale, amianto, zinco e mica.

Lo sviluppo industriale sudcoreano ha riguardato agli inizi soprattutto l’industria leggera (tessile e alimentare). A partire dagli anni Settanta, con lo scopo di ridurre le importazioni, il paese si è dato un’industria pesante, con grave pregiudizio per l’ambiente.

Nel paese si producono soprattutto autoveicoli, apparecchiature elettriche, macchinari, navi, prodotti chimici e fertilizzanti, ferro e acciaio, prodotti tessili, alimentari, rame, legno compensato e cemento; pienamente sviluppati sono il settore dell’elettronica (concorrenziale soprattutto sui mercati asiatici) e quello della raffinazione del petrolio. Il comparto industriale fornisce il 39,6% del PIL annuo, impiegando il 27% (2005) della forza lavoro. Le principali aree industriali sono quelle di Seoul, di Taegu, e di Ulsan e Pusan sulla costa sudorientale del paese.

L’energia elettrica prodotta nel paese (326,2 miliardi di kWh nel 2003) copre solo il 20% del fabbisogno nazionale; essa è fornita per il 60,5% da centrali alimentate a combustibile, per il 37,8% da centrali nucleari (ve ne sono 20 attive), e per l’1,5% da centrali idroelettriche.

Dopo il boom degli anni Settanta e Ottanta, la potenza commerciale della Corea del Sud sul mercato internazionale ha subito una notevole flessione. Oggi i principali prodotti esportati sono: veicoli, tessuti e vestiario, macchinari elettrici, attrezzature elettroniche, calzature, prodotti della pesca e acciaio, mentre si importano soprattutto macchinari industriali, petrolio e derivati, prodotti chimici, materie prime (legname e cotone grezzo), componenti elettronici. Nel 2004 il valore totale delle esportazioni fu di 253.845 milioni di $ USA, a fronte di importazioni per 224.461 milioni di $ USA. I principali partner commerciali sono Giappone, Stati Uniti, Germania, Australia, Indonesia, Malaysia, Regno Unito e Canada. L’unità monetaria è il won sudcoreano (suddiviso in 100 chon), emesso dalla Banca di Corea.

Industria elettronica, Corea del Sud
Industria elettronica, Corea del Sud. Encarta

La rete stradale, assai efficiente soprattutto nei collegamenti tra le grandi città, si estende per 100.279 km, quasi tutti asfaltati (2004), mentre quella ferroviaria, più modesta, dispone di 3.392 km (2005). La flotta mercantile consta di 2.946 navi (2007). Il servizio aereo interno ed esterno è fornito dalle compagnie Korean Air Lines e Asiana Airlines; aeroporti internazionali hanno sede a Seoul, Pusan e Cheju. "Corea del Sud," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Ricerca personalizzata