Fotografie
La guerra santa
Fotografie Religioni

Motivo ispiratore comune per le azioni di queste compagini politico-religiose è il concetto di “guerra santa” contro gli infedeli, identificati indifferentemente con i non musulmani e con i membri della comunità islamica considerati traditori a motivo delle loro posizioni progressiste e filo-occidentali.

 

A questo proposito occorre precisare che il termine arabo jihad, nel quale non solo la cultura occidentale, ma anche qualche settore dello stesso integralismo islamico, tende a cogliere la definizione della guerra santa come dottrina essenziale nell’Islam, nel Corano ha un’accezione più ampia: jihad significa infatti “sforzo” e il libro sacro, considerando come sforzo maggiore sulla via di Dio l’impegno del fedele a vincere le proprie tentazioni per divenire un buon musulmano, presenta la guerra santa contro gli infedeli soltanto come dovere minore da compiersi in circostanze ben precise sulla base di una rigorosa definizione giuridica.

Non si deve dimenticare inoltre che, per quanto l’Islam sia penetrato fino in Europa come conseguenza della forza espansionistica dell’impero ottomano dal

Qom, Iran
Qom, Iran. Encarta
1300 alla fine della prima guerra mondiale, il diritto musulmano non ha mai previsto, di fatto, l’imposizione della fede islamica attraverso la guerra, tenendo distinti i successi militari dei popoli arabi dalla diffusione della religione predicata da Maometto. "Islam," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.
Ricerca personalizzata