Fotografie
Governo e potere in Portogallo
Fotografie Portogallo

Fino al 1974 sottoposto a un regime autoritario di ispirazione fascista instaurato da António de Oliveira Salazar nel 1933, il Portogallo è oggi una repubblica parlamentare. La Costituzione, promulgata nel 1976, è stata in seguito sottoposta a varie revisioni; nel 1982 e nel 1989 sono state rimosse le norme sulla tutela dell’esercito e quelle di tipo collettivistico che riguardavano l’intervento dello stato nell’economia.

Governo e potere in Portogallo

Il presidente, eletto a suffragio universale con un mandato di cinque anni, dispone di ampi poteri e nomina il primo ministro che, ottenuta la fiducia del Parlamento, presiede un gabinetto composto da 15 membri.

Il potere legislativo è basato su un Parlamento unicamerale, l’Assemblea della Repubblica (Assembleia da República), composto da 230 membri eletti attraverso un sistema di rappresentanza proporzionale per un termine di quattro anni. Hanno diritto al voto tutti i cittadini a partire dal diciottesimo anno di età.

Governo e potere in Portogallo
Governo del Portogallo Foto E. Buchot
Il sistema giudiziaro e forze politiche

Il sistema giudiziario prevede una Corte Suprema (Supremo Tribunal de Justicia), i cui giudici sono nominati a vita dal Consiglio superiore della magistratura. Non è prevista la pena di morte (abolita, per reati ordinari, sin dal 1867).

I principali schieramenti politici sono il Partito socialista (Partido socialista, PS); il Partito socialdemocratico (Partido social democrata, PSD; liberali); la Coalizione democratica unita (Coligação democrática unitária, CDU), che riunisce il Partito comunista (Partido comunista português, PCP) e i Verdi (Partido ecologista os verdes, OV); e il Partito popolare (Partido popular, PP; conservatori). Encarta

Ricerca personalizzata