Fotografie per taccuino fotografico
Immagini del Vietnam
Gerusalemme
Immagini Israele

Gerusalemme (ebraico Yerushalayim; arabo al-Quds), capitale, non internazionalmente riconosciuta, di Israele, situata sulle colline della Giudea, tra il mare Mediterraneo e il mar Morto, circa 60 km a est di Tel Aviv-Giaffa. Principale centro politico e amministrativo del paese, Gerusalemme ha recentemente sviluppato alcuni settori dell’industria (metallurgica, chimica) ed è un attivo polo culturale. Il turismo svolge un ruolo di rilievo nell’economia locale.

Gerusalemme è però innanzi tutto una delle capitali della religiosità mondiale, essendo la città santa delle tre maggiori religioni monoteiste, ebraismo, cristianesimo, islamismo. Sacra è infatti per gli ebrei, in quanto simbolo storico della patria a lungo negata e capitale del primo regno ebraico, sacra per i cristiani in quanto teatro degli ultimi giorni sulla terra di Gesù e sede della sua sepoltura, sacra per i musulmani in quanto sito dell’ascesa al cielo del profeta Maometto.

Quattro comunità etniche, tradizionalmente chiuse all’interno dei propri quartieri, popolano la capitale: musulmana, ebraica, cristiana e armena. Nettamente predominanti dal punto di vista demografico sono le prime due, ebrei israeliani (73%) e arabi palestinesi (24%). Ataviche incomprensioni, differenti ritmi di crescita economica e complicate vicende internazionali ostacolano l’integrazione tra i vari settori di Gerusalemme, condannandola alla stridente contraddizione di essere nel contempo città santa e luogo d’odio.

Città pregna di storia e di simboli, Gerusalemme offre al visitatore un’affascinante varietà di monumenti ben conservati, inseriti nella struttura urbanistica di una moderna metropoli. La concentrazione maggiore di siti storici e religiosi ha sede nella Città Vecchia, circondata dalle mura costruite nel 1538 durante il regno dell’imperatore ottomano Solimano I il Magnifico, bastionatura possente e intervallata da suggestive porte.

La sezione cristiana, situata nella zona nordoccidentale, è confinante a sud-ovest con quella armena, che sorge oltre la porta di Giaffa; a nord con quella musulmana, la quale si estende in un’area compresa tra la porta di Damasco, la porta di Santo Stefano e la Porta dorata (oggi murata), a est della quale si trovano il monte degli Ulivi e l’orto di Getsemani.

Moschea Omar in Gerusalemme
Fiume Giordano. Encarta
Tra gli innumerevoli, splendidi monumenti di Gerusalemme, tre più di altri associano al valore artistico il fascino dell’importanza storica: la basilica cristiana del Santo Sepolcro, costruita su una basilica del IV secolo, a sua volta eretta sul luogo tradizionalmente considerato la tomba di Cristo; il Muro Occidentale o Muro del Pianto, luogo sacro per gli ebrei, residuo del grande Tempio costruito da Erode il Grande, re di Giudea; la moschea musulmana della Cupola della Roccia, costruita sul luogo dell’ascensione al cielo di Maometto.
Muro occidentale In Gerusalemme

Nella Città Nuova sono situati il Museo d’Israele, l’Università ebraica (1918), il Museo dell’Olocausto Yad Veshem, il Cimitero nazionale del monte Herzel, la Biblioteca nazionale e universitaria ebraica, e il Palazzo della Knesset israeliana (il Parlamento). La parte moderna di Gerusalemme si è sviluppata attorno alla Città Vecchia e, grazie a severe regolamentazioni urbanistiche, presenta un impianto compatto e uniforme. I piani regolatori risalenti agli inizi del XX secolo hanno limitato l’altezza degli edifici e hanno concentrato le costruzioni sulle colline.

"Gerusalemme" Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2008 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Muro Occidentale. Encarta
Ricerca personalizzata