Fotografie per taccuino fotografico
La flora e gli animali in Russia
Immagini Russia

In Russia si distinguono diversi tipi di vegetazione in corrispondenza delle diverse fasce climatiche e della varia composizione dei suoli. Nell’estremo nord cresce la vegetazione tipica della tundra, composta di muschi, licheni e bassi arbusti; in questa regione prevale il permafrost, suolo perennemente gelato i cui strati superficiali possono subire un parziale disgelo durante la stagione estiva.

A sud della regione artica si estende la taiga, che occupa circa due quinti della Russia europea e giunge fino a coprire la maggior parte della Siberia e della Russia estremo-orientale. Qui crescono in prevalenza conifere, pioppi e betulle che in alcune zone hanno una distribuzione molto rada a causa dello scarso drenaggio dei suoli. Nella maggior parte dell’altopiano siberiano centrale e nelle montagne della regione estremo-orientale abbonda il larice, varietà di conifera a foglie caduche.

Una foresta mista, composta da conifere e latifoglie, occupa la zona centrale della pianura russa occidentale, da San Pietroburgo, nel nord, fino al confine con l’Ucraina, al sud. Qui le specie dominanti sono la quercia, la betulla, l’acero e il carpino bianco; foreste simili crescono inoltre in molte regioni della Russia estremo-orientale, lungo parte della valle del fiume Amur e, a sud, lungo la valle del fiume Ussuri. Qui i suoli sono grigio-marrone e non sono così improduttivi come nella taiga settentrionale: adeguati metodi agricoli e sistemi di fertilizzazione possono infatti renderli adatti alla coltivazione.

Dalla sezione centrale della pianura russa alla valle del Volga, e in parte della Siberia occidentale si estende la steppa, dove i suoli sono neri e fertili, ricchi di humus e minerali, e particolarmente favorevoli alla coltivazione dei cereali.

In Russia vivono molte specie animali. La varietà maggiore si incontra nella tundra artica, sulla costa pacifica settentrionale e sulle isole, dove vivono l’orso polare, la foca, il tricheco (vedi Pinnipedi), la volpe artica (Alopex lagopus) e la renna. Tra gli uccelli abbondano la pernice bianca (Lagopus lagopus), il gufo, il gabbiano e la strolaga. Cigni e anitre migrano in questa regione durante l’estate, quando le acque dei torrenti sono ricche di pesci. La foresta della taiga costituisce un habitat ideale per l’alce, l’orso bruno, la lince e un’ampia varietà di uccelli tra cui il gufo e l’usignolo, mentre nelle paludi vivono il topo muschiato e lo scoiattolo.

Taiga siberiana
Taiga siberiana. Encarta
Le foreste di latifoglie ospitano il cervo, il lupo, la volpe, il visone e molte specie di uccelli, serpenti, lucertole e tartarughe. Le foreste delle regioni meridionali della Russia orientale sono l’habitat della tigre oltre che del ghepardo, dell’orso e dell’alce. La steppa è abitata principalmente da roditori e da ungulati, tra i quali l’antilope della steppa. I principali animali da preda sono la puzzola (Mustela putorius) e la volpe; gli uccelli più diffusi sono la gru, l’aquila e il gheppio. Sui rilievi del Caucaso vivono il camoscio, il cervo, il cinghiale, il leopardo, la iena, lo sciacallo, oltre a numerosi rettili e anfibi. "Russia" Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2008
http://it.encarta.msn.com © 1997-2008 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.
Ricerca personalizzata