Fotografie per taccuino fotografico
I fiumi dell'Australia
Immagini Australia

Il territorio australiano è costituito per i due terzi da ambienti desertici o semidesertici, soggetti a una forte evaporazione. Perciò soltanto il 10% dell’acqua piovana va ad alimentare i fiumi dell’Australia, che sono in gran parte a regime irregolare ed endoreici (vedi Fiume). La maggior parte dei fiumi permanenti sono infatti situati nella parte orientale del continente e in Tasmania, le zone più umide. Tutti i fiumi dell’Australia orientale hanno origine sulla Grande Catena Divisoria.

Tra i fiumi che, sul versante orientale, sfociano nel mar dei Coralli e nel Pacifico meridionale, i maggiori sono il Burdekin, il Fitzroy e l’Hunter. Il principale fiume dell’Australia è il Murray, che nasce sulla Grande Catena Divisoria e scorre verso ovest, sfociando nell’Oceano Indiano a sud-est di Adelaide, dopo aver segnato per un lungo tratto il confine tra il Nuovo Galles del Sud e il Victoria; il fiume è alimentato alla sorgente dalle nevi del monte Kosciusko e da importanti affluenti quali il Darling e il Murrumbidgee, insieme ai quali forma il principale sistema idrografico del continente (Murray-Darling), che raggiunge una lunghezza di oltre 3.700 km.

I maggiori fiumi del Territorio del Nord sono il Victoria, il Daly e il Roper. Numerosi sono i fiumi del Queensland che sfociano nel golfo di Carpentaria: i principali sono il Flinders, il Gilbert e il Leichhardt. L’Australia Occidentale, terra dal clima arido e sprovvista di rilievi elevati, ha pochi fiumi a regime regolare, tutti dal corso breve: i principali sono il Fitzroy, l’Ashburton, il Gascoyne e il Murchison.

I laghi naturali dell’interno, alimentati da corsi d’acqua di portata limitata o presenti soltanto nella stagione delle piogge, sono perlopiù ridotti dall’evaporazione a depositi salini o a laghi salati; tra i maggiori, nella zona centrale e meridionale del Grande Bacino Artesiano, vi sono l’Eyre, il Torrens, il Frome e il Gairdner, resti di un vasto mare interno che si estendeva un tempo a sud del golfo di Carpentaria.

Nella Nullarbor Plain e nelle vaste aree interne occidentali la rete idrografica è formata prevalentemente da corsi d’acqua sotterranei e da falde acquifere artesiane. Circa il 70% delle falde sotterranee si trova nel Grande Bacino Artesiano, il più esteso del mondo. Altri bacini artesiani si trovano nelle regioni del nord-ovest e del sud-est, e lungo la costa della Grande Baia Australiana.

Fiumi dell'Australia
Fiumi dell'Australia. Encarta

Per fornire adeguati approvvigionamenti d’acqua alla popolazione urbana e alle zone agricole sono state costruite numerose dighe lungo i fiumi. I principali bacini artificiali si trovano sulle Snowy Mountains, nelle Alpi australiane del Nuovo Galles del Sud, e nella regione di Kimberley, lungo il fiume Ord (lago Argyle).

"Australia" Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2008
http://it.encarta.msn.com © 1997-2008 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Ricerca personalizzata