Fotografie
Storia giapponese : Epoca Asuka (593-710)
Fotografie Giappone

L’epoca Asuka, che prende il nome dalla valle di Asuka, nella provincia di Yamato, dove la dinastia imperiale stabilì la propria corte, coincide con l’adozione di modelli politici e culturali cinesi mediati dalla Corea.

In questo periodo il buddhismo divenne la religione ufficiale del Giappone. L’introduzione del buddhismo ebbe motivazioni politiche, rientrando infatti nel quadro di rafforzamento del potere imperiale nei confronti delle famiglie nobiliari (alcune delle quali opposero pertanto una strenua resistenza alla nuova religione).

 

Il principe Shotoku Taishi fu tra i protagonisti di questo periodo. Nominato reggente nel 592 dall’imperatrice Suiko, Shotoku avviò un programma di riforme e nel 604 redasse la cosiddetta Costituzione dei diciassette articoli, ispirata al modello dell’ordinamento centralizzato cinese.

Alle riforme intraprese da Shotoku diedero seguito il principe Nakano Oe, futuro imperatore Tenji, e Nakatomi Kamatari, fondatore della dinastia Fujiwara, che nel 645 inaugurò le cosiddette “riforme Taika”, intese a rafforzare ulteriormente il sistema centrale a scapito dell’aristocrazia feudale.

Nel 710 la corte interruppe la tradizione che esigeva il cambiamento della residenza imperiale a ogni nuovo imperatore e stabilì la capitale a Heijo-kyo (l’attuale Nara), concepita e costruita secondo il modello delle capitali cinesi.

Durante l’impero di Shomu (715-756) il Giappone conobbe un grande sviluppo demografico e culturale, che portò a una diffusione capillare del buddhismo e a relazioni sempre più strette con la Cina della dinastia Tang, tanto che il paese divenne il punto d’arrivo della Via della Seta.

All’epoca Nara risalgono le cronache Kojiki e il Nihon shoki, la prima grande silloge poetica Man’yoshu (Raccolta di diecimila foglie) e la diffusione dell’arte buddhista. L’influenza del clero buddhista divenne sempre più insidiosa per la casa imperiale, finché l’imperatore Kammu (781-806) riuscì ad affrancarsene trasferendo la capitale imperiale prima a Nagaoka-kyo e in seguito, nel 794, a Heian-kyo (la futura Kyoto), destinata a rimanere capitale ufficiale fino al 1868. Con il trasferimento della capitale a Heian-kyo ebbe inizio l’epoca Heian.

"Giappone," Microsoft® Encarta

Shotoku Taishi
Shotoku Taishi. Encarta
Ricerca personalizzata