Fotografie per taccuino fotografico
L'economia della Romania
Immagini Romania

A partire dal 1949 la Romania ha adottato un’economia di tipo socialista basata sul modello sovietico (vedi Economia pianificata). Conformemente al modello socialista, i governi rumeni hanno privilegiato lo sviluppo dell’industria pesante a scapito del settore agricolo. La rapida crescita economica di cui ha beneficiato il paese nel corso degli anni Sessanta si è così caratterizzata per una cronica carenza dei beni di consumo e per un notevole degrado ambientale, causato dalle strutture tecnologicamente arretrate. Dopo la caduta di Ceauşescu nel 1989 e la fine del sistema socialista, tutti i settori dell’economia hanno subito forti modifiche; per condurre il paese verso un sistema di mercato, a partire dal 1990 sono state adottate radicali riforme di carattere economico (privatizzazioni, liberalizzazione dei prezzi e svalutazione della moneta).

Nel maggio del 1994 il Fondo monetario internazionale ha concesso alla Romania un prestito di 700 milioni di dollari, richiedendo uno specifico impegno contro l’inflazione, pari al 256% nel 1993. La transizione da un’economia pianificata a un’economia di mercato si è rivelata particolarmente lunga e travagliata e ha determinato profondi disagi sociali.

Nel 2006 il prodotto interno lordo era di 121.609 milioni di dollari USA, pari a un PIL pro capite di 5.632,60 dollari USA. Secondo l’Eurostat il tasso di disoccupazione nel 2003 era del 6,6%.

Agli inizi degli anni Ottanta quasi il 90% delle terre era distribuito fra cooperative e aziende agricole di stato; a seguito della riforma agraria del 1991 il governo rumeno ha reso circa il 40% della superficie arabile ai proprietari originari o ai loro eredi.

Nel 2006 l’agricoltura contribuiva per il 10,5% alla formazione del PIL, occupando il 32% della popolazione attiva. La Romania è tra i primi produttori europei di granturco e frumento; di grande rilevanza sono altresì le produzioni di avena, segale e riso. Molto importanti anche la coltivazione della patata e la frutticoltura, in particolare la coltura delle prugne, da cui si ricava la zuica, il liquore nazionale. Rinomata è la produzione di vini bianchi, praticata soprattutto sui bassi versanti esterni dei Carpazi.

"Romania," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Azienda romania
Azienda in Romania. Encarta
Ricerca personalizzata