Fotografie per taccuino fotografico
L'economia australiana
Immagini Australia

L’Australia è membro dell’Organizzazione per la cooperazione e lo sviluppo economico (OECD), che riunisce i principali paesi industrializzati del mondo, e il livello di vita della sua popolazione è tra i più alti al mondo. Nel 2006 il prodotto interno lordo dell’Australia toccò i 780.531 milioni di dollari USA, pari a un PIL di 37.704,10 dollari pro capite. Al contempo, la struttura del commercio è simile a quella che caratterizza i paesi in via di sviluppo: le esportazioni sono rappresentate principalmente da prodotti non lavorati, mentre le importazioni riguardano diversi generi di prodotti finiti. Di conseguenza, analogamente a molti paesi in via di sviluppo, l’economia dell’Australia è vulnerabile di fronte alle fluttuazioni dei prezzi sui mercati mondiali e all’inflazione nei principali paesi fornitori.

L’agricoltura e l’estrazione di minerali hanno avuto un ruolo centrale nello sviluppo economico dell’Australia, e il paese è attualmente uno dei principali fornitori mondiali di prodotti agricoli e di materie prime. Oltre a essere pressoché autosufficiente per quanto riguarda i generi alimentari, esporta grandi quantità di frumento, carne, latticini e lana, di cui fornisce oltre il 25% della produzione mondiale annua.

È anche tra i principali produttori ed esportatori mondiali di minerali, in particolare di carbone (373 milioni di tonnellate prodotti nel 2003). Tuttavia, se i prodotti non lavorati rappresentano una parte sostanziale delle esportazioni del paese, negli ultimi anni la crescita della produzione è stata molto meno significativa per l’economia interna. Attualmente l’agricoltura partecipa solo per il 3,3% alla formazione del prodotto interno lordo; in compenso, il settore industriale, che dagli anni Quaranta del Novecento ha conosciuto una rapida crescita, vi partecipa per il 27%. Il settore terziario è ancor più importante; in Australia, come negli altri paesi membri dell’OECD, a partire dagli anni Settanta è cresciuto fino a divenire attualmente il settore principale dell’economia: nel 2004 partecipava per il 69,6% alla formazione del PIL.

Lo sviluppo del sistema bibliotecario in tutto il paese fu reso possibile, dopo la seconda guerra mondiale, dal sovvenzionamento statale alle autorità locali. Le principali biblioteche pubbliche sono la Biblioteca Nazionale di Canberra, la Biblioteca Statale del Nuovo Galles del Sud, fondata nel 1826, la più antica e la più fornita, e la Biblioteca Statale del Victoria.

Tra i numerosi musei presenti nello stato vi sono il Museo Australiano (fondato nel 1827) a Sydney, che ospita tra l’altro alcune importanti collezioni di storia naturale e di antropologia, e la Galleria Nazionale Australiana, inaugurata a Canberra nel 1982. "Australia" Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2008
http://it.encarta.msn.com © 1997-2008 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.
Opera House in Sydney
Opera House in Sydney
Ricerca personalizzata