Fotografie
Storia del Laos : la dominazione francese e la guerriglia antifrancese
Fotografie Laos

Il dominio coloniale francese ebbe inizio verso la fine del XIX secolo. Con la spedizione militare del 1893, durante la quale furono occupate le principali città del paese, il territorio laotiano a est del fiume Mekong fu sottratto ai siamesi e successivamente dichiarato protettorato francese. Nel 1904 la Francia estese il suo controllo al resto del paese. Tra il 1895 e il 1896 vennero stabiliti i confini con la Cina e la Birmania. Più difficile fu raggiungere un accordo con il Siam, e i confini con questo stato vennero definiti con diversi trattati tra il 1907 e il 1940.

 

La Francia lasciò il re di Luang Prabang sul trono, amministrando il resto del paese, unito alla Federazione indocinese, attraverso una burocrazia francese al cui vertice era il “residente generale”.

Fino alla seconda guerra mondiale il paese godette di una relativa stabilità, interrotta solo da alcune rivolte delle popolazioni hmong. Con l’occupazione giapponese di Luang Prabang nell’aprile del 1945 iniziò invece un periodo di caos e di conflitto politico destinato a durare a lungo. Su pressione di Tokyo, il re Sisavang Vong proclamò l’indipendenza del paese. Dopo la sconfitta giapponese, il composito movimento nazionalista Lao Issarak (Laos libero) si oppose al ritorno dei francesi, formando un governo indipendente a Vientiane in contrapposizione a Sisavang Vong. Il governo indipendente giunse tuttavia a controllare solo una piccola parte di territorio oltre alla città, mentre nel resto del paese continuarono ad agire, in un convulso avvicendarsi di fronti, le forze franco-laotiane, quelle nazionaliste cinesi di Jiang Jieshi e i guerriglieri hmong al nord, quelle vietnamite comuniste (vietminh) a est.

Nell’aprile del 1946 i francesi riuscirono a ripristinare la loro sovranità sul paese e nel 1947 respinsero l’offensiva dei nazionalisti del Lao Issarak. Nel 1949 il Laos divenne uno stato autonomo nell’ambito dell’Unione francese.

Nel 1950 una parte del movimento nazionalista riunita nel Pathet Lao (“Terra dei lao”) e guidata dal principe Souphanouvong diede inizio alla guerriglia contro il regime di Luang Prabang; grazie all’alleanza con i vietminh, il Pathet Lao si impossessò di un’ampia porzione del territorio laotiano.

Con gli accordi di Ginevra (1954), seguiti alla sconfitta delle forze francesi nella battaglia di Dien Bien Phu, il Laos divenne indipendente. Nel 1956 il primo ministro Souvanna Phouma raggiunse un accordo con il fratellastro Souphanouvong per coinvolgere il Pathet Lao in un governo di unità nazionale. Questa soluzione preoccupò gli Stati Uniti, che nel 1958 sostennero un colpo di stato contro il governo. Souphanouvong venne arrestato, ma in mano al Pathet Lao rimasero ampie porzioni di territorio del nord e del centro del paese, dalle quali ripartì l’attività di guerriglia.

Souphanouvong in Laos
Souphanouvong in Laos. Encarta
"Laos," Microsoft® Encarta
Ricerca personalizzata