Fotografie
Arte islamiica : Decorazione architettonica
Fotografie Arte

Stucco, formelle e mattoni con superfici disegnate venivano usati a scopo decorativo sia all'interno sia all'esterno degli edifici islamici. A questi elementi decorativi i Selgiuchidi aggiunsero le mattonelle invetriate e i mattoni in grès. Il principale centro di tale produzione fu la città persiana di Kashan.

 

Talvolta interi mihrab, abbelliti da fasce di iscrizioni coraniche, venivano rivestiti in ceramica a lustri metallici; alle pareti potevano essere appesi pannelli di formelle disposte a mosaico, con disegni molto originali. L'architettura timuride si caratterizzò per imihrab decorati da mattonelle vivaci, cotte con procedimenti atti a ottenere la massima intensità del colore. Nel Quattrocento alcuni artigiani provenienti dalla Persia (ancora uno dei principali centri dell'arte della ceramica) aprirono laboratori per la produzione di mattonelle in tutta la Turchia; il più famoso fu senza dubbio quello di Iznik.

L'intaglio e la lavorazione a intreccio del legno, insieme all'intarsio e all'intaglio dell'avorio,

Palazzo del Topkapi Istanbul
Palazzo del Topkapi Istanbul. Encarta
rappresentano altri importanti tipi di decorazione applicata agli edifici. I bassorilievi in pietra e gli intarsi di marmo caratterizzano inoltre molti edifici spagnoli, turchi ed egiziani del periodo mamelucco. "Arte islamica" Microsoft® Encarta
Ricerca personalizzata