Fotografie per taccuino fotografico
Le finanze e le banche svizzere
Immagini Svizzera

Il settore manifatturiero è dominato dai comparti meccanico e chimico-farmaceutico. Il paese produce macchinari di precisione, parti meccaniche, prodotti farmaceutici, orologi. L’industria orologiera svizzera, sviluppata soprattutto nel Giura e a Ginevra, è celebre nel mondo dal XVIII secolo e registra un’esportazione di circa 28 milioni di orologi all’anno. Rilevanti sono inoltre i comparti tessile (cotonifici e setifici), dell’abbigliamento, chimico, della raffinazione dei metalli, della produzione della carta, alimentare e dolciario (in particolare del cioccolato, la cui fabbricazione raggiunge le 100.000 tonnellate annue). Particolarmente apprezzati sono i prodotti dell’artigianato svizzero come carillon, pizzi, merletti e oggetti di legno intagliato.

L’unità monetaria è il franco svizzero, suddiviso in 100 centesimi, emesso dalla Banca Nazionale Svizzera. La Svizzera è uno dei più importanti centri finanziari a livello internazionale, particolarmente apprezzato per la stabilità economica e politica del paese e per la segretezza con cui sono tradizionalmente trattate le transazioni bancarie (segretezza recentemente soggetta a restrizioni in seguito a fatti che ne hanno messo in evidenza alcune derive, quali il riciclaggio di denaro di dubbia provenienza). Il sistema bancario elvetico è uno dei più sviluppati al mondo; le numerose banche (circa 500, il 20% delle quali di proprietà straniera) costituiscono una delle principali risorse economiche del paese; le due maggiori banche sono il Credito Svizzero e l’Ubs-Sbs. Oltre a ospitare numerosi istituti di credito, Zurigo è sede di una delle Borse valori più importanti d’Europa e il maggiore centro per il commercio dell’oro. Anche Ginevra e Basilea sono sede di borse valori.

Nel 2004 il volume delle importazioni svizzere fu di 111.603 milioni di dollari, quello delle esportazioni di 118.527 milioni di dollari. Tra i principali prodotti di importazione vi sono macchinari, petrolio greggio e raffinato, metalli preziosi, prodotti alimentari, ferro, acciaio e prodotti chimici; le esportazioni comprendono soprattutto prodotti farmaceutici, chimici, tessili, orologi e metalli preziosi. Particolarmente attivi sono gli scambi con Germania, Italia, Francia, Gran Bretagna, Stati Uniti e Giappone. Il deficit dato dal volume delle importazioni è bilanciato dalle entrate derivanti dai redditi dei capitali svizzeri investiti in tutto il mondo, dal flusso costante di capitali stranieri e dal turismo, che negli ultimi anni ha rappresentato la più importante fonte di valuta straniera e di occupazione (7,86 milioni di arrivi nel 2006).

Toggenburg, Svizzera
Toggenburg, Svizzera.. Encarta
Trasporti e vie di comunicazione in Svizzera

La rete ferroviaria svizzera di estende per circa 5.175 km, in parte amministrati dallo Stato e in parte dai cantoni; la rete stradale è lunga 71.214 km, di cui 1.600 km circa sono autostrade. Tra i tunnel stradali e ferroviari che permettono di superare i valichi alpini, il tunnel del San Gottardo e il tunnel del Sempione, la galleria ferroviaria più lunga d’Europa. Nel 1994 un dibattuto referendum (molto criticato da parte dei governi degli altri stati europei) ha stabilito che a partire dall’anno 2004 sarà vietato l’accesso alla rete stradale svizzera ai mezzi di trasporto pesanti, che dovranno essere caricati su treni appositamente predisposti, al fine di preservare l’ambiente dall’inquinamento atmosferico e acustico.

I voli interni e internazionali sono garantiti dalla Swissair, la compagnia di bandiera gestita in parte dal governo federale e dai cantoni e in parte da azionisti privati. Benché il paese non abbia sbocchi sul mare, la marina mercantile svizzera, creata con decreto del governo federale nel 1941, è dotata di navi e di imbarcazioni che operano da porti stranieri e dal porto di Basilea sul Reno. "Svizzera," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Ricerca personalizzata