Fotografie
Arte in Spagna : arte moresca, mazarabica, romanica
Fotografie Spagna

La Spagna vanta numerosi edifici islamici, soprattutto nelle zone meridionali, dove la cultura detta moresca – dal termine spagnolo moros, che indicava i popoli provenienti dall’Africa settentrionale – conobbe larga diffusione. Le due costruzioni più famose sono la Moschea Grande di Cordova e l’Alhambra di Granada.

 

L’architettura mozarabica (letteralmente “fatto simile agli arabi”) fiorì solo nella parte settentrionale del paese, incentivata da architetti e artigiani fuggiti dal Sud moresco: i mori si mostravano infatti tolleranti nei confronti dei cristiani che abitavano i territori in loro possesso, ma imponevano restrizioni sui tipi di edifici che questi potevano erigere. Caratteristici dell’architettura mozarabica furono gli archi a ferro di cavallo e le cupole “a melone”, attraversate da costoloni: l’esempio più imponente di tale stile è senza dubbio la chiesa di San Miguel de Escalada, nei pressi di León, fondata nel 913 da monaci fuggiti da Cordova. Come l’architettura mozarabica, anche quella romanica si diffuse solo nella parte settentrionale della penisola, perché durante la sua fioritura (XI e XII secolo) il Sud era ancora in gran parte occupato dai musulmani.

In Catalogna si avvertì una certa influenza italiana, ma in altre regioni la maggiore fonte di ispirazione fu rappresentata dalla Francia. Talvolta anche nel Nord si registrò l’influenza islamica, come nella cupola della cattedrale di Zamora. Tratti simili sono ravvisabili in altre chiese della regione chiamata Dóuro, non distante dal confine con il Portogallo.

Il più importante edificio spagnolo di stile romanico è la cattedrale di Santiago de Compostela, una delle principali mete di pellegrinaggio durante il Medioevo. La sua costruzione fu avviata nel 1078 per sostituire un edificio distrutto dai mori nel 997. Consacrata nel 1211, più volte modificata e ampliata in seguito (la facciata occidentale fu eretta solo nel Settecento), la cattedrale è abbastanza spaziosa da accogliere un gran numero di pellegrini ed è dotata di un ambulacro orientale, grazie al quale è più facile spostarsi all’interno della costruzione, e di alcune cappelle che custodiscono reliquie sacre. Fra queste, le presunte reliquie dell’apostolo san Giacomo, venerato come campione del cristianesimo per il suo impegno nella conversione dei pagani e preso perciò a esempio ispiratore nella lotta per cacciare i mori dalla Spagna. Fu proprio questa faticosa reconquista che contribuì ad alimentare il grande fervore religioso di cui l’arte nazionale si improntò per secoli.

Cortile dei Leoni, Alhambra
Cortile dei Leoni, Alhambra. Encarta
"Arte Spagna," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.
Ricerca personalizzata