Fotografie
Arte precolombiana : area centroandina : arte inca
Fotografie America meridionale

Il periodo postclassico vide il fiorire di due grandi imperi, quello chimú e quello inca.

Sino a tutto il Quattrocento il Perù settentrionale fu dominato dall’impero chimú. La capitale, Chan Chan, era costituita da vasti complessi di dieci isolati, ognuno contenente piccole piramidi, residenze, mercati, giardini e cimiteri. Gli edifici erano decorati con figure geometriche raffiguranti animali e personaggi mitologici stilizzati. Sebbene Chan Chan non fosse fortificata, i chimú difendevano il loro impero erigendo fortezze sui confini; Paramonga, sulla linea di frontiera meridionale, è considerata un capolavoro d’ingegneria militare, come anche la fortezza di Sacsahuamán, sopra Cuzco.

 

Le ceramiche, prodotte in serie con l’uso di stampi, erano di un caratteristico colore nero ottenuto riducendo la quantità di ossigeno nella fornace. La decorazione era modellata a rilievo e la superficie veniva levigata dopo la cottura in modo da conferirle una lucentezza argentea.
Arte inca

Dalla loro capitale, Cuzco, gli inca comandavano un impero che si estendeva dall’Ecuador al Cile. Si definivano tawantinsuyu; la denominazione attuale, che significa “signore” o “sovrano” in lingua quechua, fu loro data dai conquistatori spagnoli. Le opere e i manufatti subirono più o meno la stessa sorte di quell aztechi.

Cionondimeno, la loro è la civiltà indigena sudamericana attualmente più conosciuta.

"Arte precolombiana," Microsoft® Encarta® Enciclopedia Online 2009
http://it.encarta.msn.com © 1997-2009 Microsoft Corporation. Tutti i diritti riservati.

Fortezza di Sacsayhuamán
Fortezza di Sacsayhuamán. Encarta
Ricerca personalizzata